Skip to main content

Consigli

Il kayak per principianti

Avventurati nell'acqua con l'aiuto dei nostri consigli!

Il kayak è uno sport acquatico molto amato, e quando vedi i professionisti evitare agilmente gli ostacoli e fendere l'acqua, è facile capire perché. Con le giuste tecniche di pagaiata, puoi coprire grandi distanze ed esplorare parti remote di fiumi e laghi.

Ma se fai kayak per la prima volta, è meglio iniziare poco alla volta. Prova a noleggiare dei kayak per capire se ti piace lo sport, oppure frequenta un corso per principianti. Imparare le basi renderà lo sport più piacevole fin dall'inizio e ti farà capire meglio se sei pronto a impegnarti.

In questo articolo:

  1. Il kayak è difficile?
  2. Una lista per kayak
  3. Cosa indossare quando si fa kayak
  4. Parti del kayak
  5. Come entrare in un kayak
  6. Come pagaiare
  7. Kayak vs. canoa
  8. Consigli di sicurezza per principianti
  9. In kayak con i bambini
  10. Fare kayak come esercizio


Il kayak è difficile?

No! Il kayak è uno sport fantastico per i principianti, perché puoi iniziare non appena hai appreso le abilità di base. Naturalmente, fare kayak su acque agitate o con condizioni meteo avverse può essere pericoloso. Ma tali condizioni non sono consigliabili neanche per chi pratica questo sport da anni.

 

Lista per kayak:

Ecco alcune cose da portare per la tua prima avventura in kayak:

  1. Kayak e pagaia (se non ne noleggi uno).
  2. Dry bag: una piccola borsa impermeabile che puoi riempire e riporre nel gavone del kayak.
  3. Borraccia: avrai bisogno di bere, posizionala nel gavone del kayak o fra i tuoi piedi.
  4. Giubbotto di salvataggio: ti serve sempre un giubbotto di salvataggio quando pagai, niente eccezioni.
  5. Vestiti extra: porta sempre più strati nel caso il tempo si guasti.
  6. Porta kayak per auto: se possiedi i tuoi kayak, avrai bisogno di trasportarli fino a destinazione con facilità. Abbiamo una guida per aiutarti a scegliere le migliori barre portatutto per la tua auto.
 

Cosa indossare quando si fa kayak

Per rimanere al caldo, è fondamentale vestirsi a strati. Ecco come disporre gli strati di vestiti e quali materiali tenere a mente:

  • Strato di base: opta per maniche corte se fa caldo, ma porta sempre con te una maglietta a maniche lunghe per sicurezza. Cerca materiali sintetici come poliestere e polipropilene che ti terranno al caldo anche se si bagnano.
  • Strato medio: il pile o un tessuto in poliestere più spesso andranno benissimo.
  • Giacca impermeabile: scegli la giacca più impermeabile che hai. Ne serve una che mantenga asciutti gli strati sottostanti.
  • Leggings e pantaloncini: se fa freddo, opta per leggings in poliestere e dei pantaloncini impermeabili. Se fa caldo, porta con te i leggings per sicurezza.

Muta subacquea o muta stagna? tanti esperti di kayak si sentono chiedere costantemente quale muta subacquea va indossata per fare kayak e la risposta giusta è che non va indossata! Le mute subacquee sono pensate per tenerti al caldo quando sei immerso nell'acqua. Ma dal momento che si fa kayak fuori dall'acqua, la muta subacquea è fredda e impedisce i movimenti. Inoltre, quando sudi la muta subacquea crea un'atmosfera paludosa nei tuoi vestiti (bleah!).

La muta stagna è la scelta migliore. Qualsiasi indumento impermeabile è la scelta giusta. Una muta stagna da kayak è ideale, ma se sei agli inizi puoi trovare indumenti idonei a casa tua.

Vestiti pensando all'acqua, non al tempo e aspettati variazioni di temperatura. Dovresti vestirti in modo da rimanere al caldo se cadi in acqua. L'ipotermia è una minaccia concreta e l'acqua può essere gelata anche nei giorni caldi. Inoltre, porta sempre con te un cambio di vestiti o strati in più nel gavone del tuo kayak nel caso il meteo cambi.

 

Parti del kayak

I nomi di tutte le parti diverse di un kayak possono sembrare complicati a chi non ha familiarità con la marineria, ma le basi sono abbastanza semplici:

  • Prua: la parte anteriore della barca
  • Poppa: la parte posteriore della barca
  • Ponte: la parte superiore della barca (forse hai già sentito questo termine!)
  • Gavone sul ponte: gli scomparti sul ponte del kayak. Qui puoi conservare cibo, indumenti extra o qualsiasi attrezzatura che vuoi tenere asciutta durante il giorno.
  • Timone/skeg una lama a forma di pinna all'estremità della barca che va in acqua e aiuta il kayak ad andare nella direzione giusta.
  • Funi elastiche: a volte dette anche cavi ammortizzatori, si tratta di cavi sul ponte dove puoi riporre altra attrezzatura.
  • Pozzetto: dove ti siedi.
  • Poggiapiedi: a volte detti anche il puntapiedi, sono i pedali dove posizioni i piedi. Possono anche essere regolati in base alla tua altezza.
  • Premicosce: pezzi di plastica curvi nel pozzetto che escono dal lato del tuo kayak e dovrebbero poggiare esattamente sopra le tue cosce.
 

Come entrare in un kayak

Il posto migliore da dove entrare in un kayak è una piaggia sabbiosa. Basta entrare e spingere il kayak in acqua con le tue braccia.

Dal molo: porta il kayak al punto più basso del molo, perché più sei in alto, più è difficile entrare. Il kayak dovrebbe essere parallelo al molo. Tieni il lato del molo con le tue braccia, poi, con un movimento rapido, metti i piedi nel kayak e girati in modo da essere rivolto alla prua. Abbassati velocemente nel pozzetto, poggiando il sedere sul sedile più rapidamente possibile. Non appena sarai sul sedile, avrai guadagnato equilibrio e potrai sistemare i piedi da lì.

Dall'acqua: se ti ribalti in acqua, assicurati di ribaltare prima il kayak in modo che non si riempia troppo d'acqua. Trova la tua pagaia e posizionala nelle funi elastiche per fissarla. Tenendo il bordo del pozzetto, una mano sul lato più vicino e l'altra sul lato più lontano, calcia per fare leva e tirati su. Dovresti ritrovarti disteso sul kayak con il petto rivolto al pozzetto. Poi concentrati sul posizionare prima il sedere sul sedile, perché questo ti aiuterà a mantenere l'equilibrio. Gira il tuo corpo e scivola nel sedile. Poi sistema i piedi in modo da stare comodo. Esercitati a fare questo in acque poco profonde prima di avventurarti con il kayak in quelle profonde.


Come pagaiare

Come tenere la pagaia

La tua mano dovrebbe tenere la pagaia a circa 15-30 cm (6-12 pollici) dalla lama. Tieni la pagaia con una presa rilassata ma sicura. Le nocche dovrebbero essere allineate al bordo della lama della pagaia. Un buon modo per capire se lo fai correttamente è tenere la pagaia sopra la tua testa, se le tue braccia sono piegate a un angolo di 90 gradi, stai tenendo la pagaia nel modo esatto.


Pagaiate

Pagaiata in avanti: per andare avanti, ruota il corpo nella direzione opposta a dove stai per posizionare la pagaia. Posiziona la pagaia nell'acqua e raddrizza il tuo corpo, usando la forza di qual movimento per spingere la pagaia attraverso l'acqua. La pagaia dovrebbe uscire dall'acqua quando la mano più vicina all'acqua è al livello del tuo bacino. La mano posizionata più in alto sulla pagaia dovrebbe sempre spingere e quella posizionata sotto dovrebbe tirare.


Consiglio: la forza che muove il kayak dovrebbe venire dalla potenza del raddrizzamento del tuo torso, non dalle tue braccia.


Pagaiata circolare - spazzata: si tratta di una pagaiata in avanti, ma con una pagaiata accentuata di lato. Per eseguire una spazzata, posiziona la pagaia lontano davanti alla barca, fai un ampio movimento circolare e continua finché non arrivi quasi a toccare la poppa. Compi questo movimento circolare nella direzione opposta a quella in cui vuoi andare. Se vuoi fare una curva stretta, esegui questa pagaiata solo su un lato. Per girarti con una spinta in avanti, completa la spazzata sul lato opposto a quello dove vuoi andare e completa una pagaiata normale sull'altro lato.

 

Kayak vs. canoa

Il kayak e la canoa sono due mezzi popolari per esplorare la natura dall'acqua. Se stai pensando di iniziare uno di questi due sport, scegli quello più adatto ai tuoi sogni di avventure sull'acqua. 

Canoa:

  • Migliore per gite di più giorni dal momento che è ampia e può trasportare molte cose.
  • Migliore per famiglie perché una sola barca può contenere i bambini e due genitori.
  • Più facile se si vuole viaggiare fra i laghi (si chiama portaging) perché si possono rovesciare e trasportare sopra la testa.
  • Più comoda perché puoi stendere le gambe o cambiare posizione.

Kayak:

  • Più stabile, meno vulnerabile al vento e agli elementi.
  • Viaggia molto più rapidamente, può coprire maggiori distanze per esplorare di più.
  • Più agile, può evitare gli ostacoli rapidamente.
  • Lo spazio di conservazione asciutto consente di tenere asciutta l'attrezzatura in ogni caso.
  • Andare in kayak da soli è più facile che pagaiare in canoa con altri, che richiede più coordinazione.
 

Consigli di sicurezza per principianti

  • Devi saper nuotare per andare in kayak? Sì. A meno che tu non vada in kayak su un corpo idrico dove sai di toccare il fondo, è importante saper nuotare in caso di problemi.
  • Fai sempre kayak con un giubbotto di salvataggio. Fare kayak senza è considerato inaccettabile nella comunità (anche i cani li devono indossare sui kayak!).
  • Ricorda di portare la crema solare se è soleggiato.
  • Mai combinare pagaiare e l'alcol.
  • Vestiti sempre per la temperatura dell'acqua e porta vestiti extra nel caso faccia freddo.
  • Non pagaiare mai solo.
  • Scegli baie calme, laghi tranquilli o fiumi senza correnti percettibili.
  • Pagaia solo in condizioni acquatiche nelle quali nuoteresti con fiducia.
  • Esercitati ad entrare nel kayak dall'acqua prima di addentrarti nelle acque profonde. Se non riesci ancora a rientrare nel kayak comodamente dall'acqua, rimani abbastanza vicino alla riva da poter nuotare indietro se necessario.
 

In kayak con i bambini

Se vai in kayak con i bambini, puoi posizionarli nel loro pozzetto in un kayak tandem se hanno già esperienza. In caso contrario, puoi anche tenerli in braccio. Porta ancora più strati di vestiti per i tuoi bambini, perché perdono calore corporeo più velocemente degli adulti in acqua.

Assicurati sempre che indossino un giubbotto di salvataggio della misura giusta. Se tuo figlio vuole pagaiare, può usare una pagaia per bambini. I bambini si annoiano facilmente, perciò porta degli snack e da bere per la gita e fai multiple pause per andare al bagno o soste per esplorare la natura sulla riva.

 

Fare kayak come esercizio

Fare kayak aiuta a sviluppare i muscoli? Il dolore ai muscoli che ti coglie dopo una giornata sull'acqua è una risposta chiara a questa domanda. Fare kayak allena la schiena, le braccia e le spalle perché questi sono i muscoli più sollecitati. Tuttavia, ci sono anche vantaggi per il tronco, grazie al movimento di torsione del torso quando si fa kayak, e per le gambe a causa della pressione che eserciti sul puntapiedi con ogni colpo di pagaia. Fare kayak è anche un ottimo esercizio aerobico dal momento che accelera il battito cardiaco.

 
 

Articoli correlati

Porta kayak

Con un porta kayak Thule trasporterai il tuo kayak in modo sicuro facilitandone il carico e lo scarico!

Vuoi intraprendere un'avventura sull'acqua?

Trova i prodotti per trasportare la tua attrezzatura avanti e indietro